21/06/13

GIORNO 240: still gettin lost

Dopo quasi otto mesi che vivo a Londra sono ancora capace di perdermi.

E di non riuscire ad arrivare puntuale.

Ho detto a mia sorella di arrivare a Liverpool Street perchè era comodo da casa mia e ovviamente mezzora di ritardo.

Da un bus sono diventati sei.

Perchè qui quando c'è traffico i bus ci rinunciano.

Sì, si fermano e mandano tutti a cagare (o a camminare, la versione educata).

C'è troppo traffico e non ha senso restare lì bloccati quindi parte la vocina 'This bus terminates here' e ciao ciao.

Se va bene arrivano alla fermata sennò ciao in mezzo alla strada.

E come immaginavo mia sorella è riuscita ad arrivare in ritardo, ma io di più.

Sui ritardi vinco sempre io.

Cazzo, c'è proprio da andarne fieri.

E dopo otto mesi che non la vedevo ha iniziato proprio ocme avevamo finito: lamentandosi.

'Francesca ho la pipì, trovami un bagno'.

'Sono stanca e stavo per perdere il volo per colpa di quella scema della mamma'

'Trovami un bagnoooo!'

'Perchè non hai spiccioli per pagarmi il bagno? Perchèèè?'

Il karma l' ha voluta punire e ci siamo perse in gior per la city un' ora e alla fine abbiamo finito per fare la pipì nel solito burger king a Aldgate. 

Un inizio movimentato, della serie: 'E' sempre un piacere rivederti tesoro!'






Nessun commento:

Posta un commento