02/05/13

GIORNO 190: Say Lou Lou

Soho ci mancava decisamente nella nostra collezione di notti brave londinesi.

Soho è da sempre stato il quartiere a luci rosse della città.

Da un pò di anni hanno iniziato con la 'pulizia dell' area'.

Troppo turistica, troppo centrale per essere la sede di troppi scandali probabilmente.

Nelle sue viuzze, le luci a neon, i piccoli locali sconosciuti sparsi ovunque Soho ce l' ha scritto in faccia che è il quartiere della vita notturna.

Nella mezzora in cui ho aspettato David (regolare) mi sono guardata un po' intorno.

Nonostante non fossero nemmeno le nove tutte le persone che passavano erano indubbiamente fuori a divertirsi.

Outifit improbabili, tacchi vertigginosi, birra, vino, ancora birra.

Soho nonostante sia un' istituzione apprezzatta dalla massa mantiene ancora un che di nascosto, riservato.

Alle spalle delle grandi luci di Piccadilly e Leicester Soho è invece più misterioso, più da scoprire e meno da vedere.

Appare di meno ed è molto di più.

David ha riassunto la serata con un frase: 'E noi che credevamo di essere hipster...che cacchio è sta roba?'

Siamo stati in un mini locale a vedere un concerto di gente pressochè sconosciuta.

Il dj set post concerto era decisamente troppo hipster per noi.

Incredibilmente ce l' abbiamo fatta anche questa volta a finire la serata al Mc Donald's di Leicester Square.

Altro che Soho, quella è davvero la nostra istituzione.

Maledetta dieta che va a farsi benedire nelle nostri notti, tra vino e patatine extra.

 

Friendz.


Compagne di elementari rincontrate a Londra.
Il mondo è troppo piccolo per me.

 Anorexic David <3 

Ma cosa sei? 


Life complete level 2.
(ma cos'è la mia faccia? fml)
 

PERCHEEEE'? 
Perchè tutte le volte???

Nessun commento:

Posta un commento