04/04/13

GIORNO 162: London-Uruguay

Ieri ho ricevuto questa mail da parte di un amico di mio padre di 52 anni che vive in Uruguay.

Nei miei meravigliosi 52 anni di vita in giro per il mondo ho avuto modo di collezionare tre passioni che riporto sempre in Italia , la prima son le scarpe …comprate in tutto il mondo e le più economiche possibili! …son segnali del costo della vita se acquistate nei mercati. Le spezie …idem come sopra e …i libri in lingua!!!
...bene , perché tutta ‘stà menata? Perché il libro che stà nel mio cuore più di ogni altro è “Relazione del primo viaggio intorno al mondo” di Pigafetta …ed un diario giornaliero della prima circumnavigazione del globo terracqueo di Magellano , un diario nel quale annotava TUTTO ciò che accadeva in quella meravigliosa avventura che era la scoperta di un nuovo mondo , un mondo che nessuno conosceva e che quindi erano permeati dall’entusiasmo di chi , come Pigafetta , scopriva un mondo DIVERSO e …forse fruibile ai posteri con intenzione di intraprendere tal avventura!
Quello che mi ha fatto innamorare di ‘sto libro (che non troverai) è la freschezza e la semplicità della narrazione , tipica di chi non si pone il problema di sovrastrutture letterarie , ma che vuole SEMPLICEMENTE comunicare un fatto che sta vivendo in prima persona!
La copia del libro che son riuscito ad acquistare su EBAY l’ho prestata a Patrizio Roversi (turisti per caso) , e che non mi ha più reso , ma và bene così, fra colleghi si usa , non te la posso dare ma credo che tu non ne abbia bisogno.
…tutta ‘sta storia per dirti che il tuo “DIARIO” è avvincente e mi stà appassionando , scrivi bene e mi dà una grande fiducia per il futuro.
Sai come le chiamavano gli SKIANTOS quelle della tua età? SBARBE … bene se delle SBARBE scrivono roba così …sono onorato ed orgoglioso di conoscerti!!!
Hasta luego querida! ...un abrazo y un beso dal pais delSol!!!

Sembrerà un discorso stupido ma tra le tante novità Londra mi ha anche insegnato a rapportarmi con persone di qualsiasi età.

Negli anni del liceo la scuola mi ha rubato sempre un sacco di tempo, forse ora che ci ripenso addirittura troppo.

Che poi per carità ci divertivamo, però avevo un pò gli orizzonti chiusi.

E ovviamente la mia vita sociale era orientata solamente a persone della mia età o poco diversa.

Io sono sempre dell' idea che il modo migliore per crescere nella vita è il confronto e Londra in questo ha portato grande aria di novità.

Nonostante sia arrivata qui con due miei amici della mia età prima o poi finisci con il rapportarti con persone più mature.

Sempre in questi giorni sto risentendo Michela, una mia coinquilina nella prima casa.

Ha quasi trent' anni eppure per certe cose sembra capirmi alla perfezione.

Ripeto, sembra stupido, ma non avrei mai pensato di potermi rapportare così profondamente con persone di età così diverse.

E probabilmente se non mi fossi mai trasferita questo non sarebbe nemmeno mai accaduto.

Si tratta sempre di aprire le nostre menti.

Ci sono persone che lo fanno spontaneamente altre, come me, che certe volte hanno bisogno di una spintarella.

L' Emma me lo dice sempre: 'Tu odi tutti all' inizio'.

Il che è esagerato, ma un pò è vero.

Mi faccio le mie idee, le mie pare mentali e poi ci vuole qualcosa che me le faccia cambiare.

Se no io resto ferma sulle mie.

E Londra giorno dopo giorno mi sta insegnando non solo che spesso sono sbagliate, ma anche, definitivamente, che forse avrebbe più senso non farsele affatto.

Ma la cosa che mi sorprende di più in tutto ciò non sono io che inizio a rapportarmi con gente grande, il che è più che interessante, ma la gente più grande, i cosiddetti 'adulti', che si rapportano con me.

Se a me il confronto con i più grandi serve per crescere a loro a cosa serve rapportarsi con una diciannovenne paranoica?

La mail di Marco Bonilauri mi ha lasciato sorpresa quanto contenta.

Grazie per aver afferrato in pieno il concetto del mio diario.

Spero che in Uruguay faccia più caldo che a Londra e che questo viaggio ti regali grandi emozioni.

Chissà che prima o poi riesca a trovare e leggere quei libri!


Post lavoro con Emma e Vanni @ Waterloo



Pub un sacco carino.
Se solo non fossi così incline a perdermi a Waterloo la amerei davvero nel profondo.
Un sacco di viuzze, pub, ristorantini, negozietti carini.
In cui perdersi di giorno o di notte.
 



Kuori everywhereee @ Pub


Nessun commento:

Posta un commento