10/02/13

GIORNO 111: follow me on facebook!

Oggi è stato il mio secondo giorno al lavoro e praticamente domani vogliono farmi firmare il contratto.

Gli altri hanno già fatto settimane di prova, io non so assolutamente nulla.

Non so fare il caffè, non so fare le crepes e non so stare alla cassa.

A fine giornata, come anche ieri, ci siamo fermati per fare un brain storming.

Quali sono i problemi? Quali sono i potenziali?

Domani il negozio apre per il pubblico e dobbiamo essere pronti.

A turno i mangaer ci hanno chiesto dove ci sentivamo più preparati e dove meno.

Bene, io non so fare nulla.

Continuo a chiedermi perchè abbiano scelto proprio me tra tutta quella gente, chissà.

Una cosa è certa: posso solo migliorare.

Un nuovo progetto, una nuova sfida.

I miei genitori stasera mi hanno chiesto perchè non fossi felice?

La verità è che per la prima volta da quando sono qui si fa sul serio per davvero.

Fino ad ora era stato un vivere alla giornata, una lunga ed affascinante vacanza.

Fino ad oggi non sapevo dove sarei stata il giorno dopo.

Restare a Londra? Tornare a casa? Andare in un altro posto ancora?

Questa cosa risponde ai miei interrogativi: sarà ancora Londra la mia città.

Magari potesse rispondere a tutti i miei interrogativi.

Farò l' università? Se sì, cosa?

E dove? Qui o in Italia?

Se no, perchè?

Servirà o no? Come sarà il mondo tra dieci anni?

La crisi sarà una cosa ormai oltrepassata o contnuerà quest' inifinita recessione?

Che possibilità avrò di fronte?

Cosa voglio fare della mia vita?

Credo che sia davvero dura essere giovani nel 2013.

E che questi non siano solo i miei interrogativi, o almeno spero di non essere l' eterna indecisa.

Certe volte è come se i sogni fossero fuori e noi nel cassetto.

Rinchiusi nei nostri blocchi mentali, quando là fuori il mondo è pieno di possibilità, di strade diverse, di sogni da rincorrere...

Per ora io mi butto qui.

Chissà se sarà un burrone o se sarà come buttarsi sul pandoro a Natale, morbido morbido.

A volte vorrei solo sapere come tutto va a finire e quindi se ne vale o no la pena, ma ripensadoci che senso avrebbe?

E' come guardare un film sapendo che il protagonista tanto alla fine muore...




Da oggi ho creato su facebook la pagina del mio blog in modo che chiunque voglia chiedermi qualcosa più nel dettaglio può fare attraverso quella!

http://www.facebook.com/diariodiunitalianaalondra?ref=stream

Et voilà!








Nessun commento:

Posta un commento