03/02/13

GIORNO 103: Guitar

Planned closure.

Quelle maledette chiusure pianificate della metropolitana.

E' una di quelle cose che so che esistono, ma che credo che dimenticandomi di loro scompaiano.

Ma non lo fanno mai.

E io non faccio mai lo sforzo di controllare se è chiusa.

Anche perchè da quando sono qui chiudevano sempre piccoli pezzi e spesso e volentieri in zone molto fuori dalla mia portata.

Ieri dovevo andare ad Hammersmith per lavorare e avevo calcolato perfettamente l' orario con la tube.

Da casa mia per H. posso prendere District, Circle o Hammersmith.

Le scelte sono infinite praticamente.

Secondo voi non erano chiuse tutte e tre interamente?

Quando ho letto il cartello ho pensato solo: 'I wanna kill myself.'

Al posto di un' unico treno da mezzora ho dovuto prendere due bus da più di un' ora.

In definitiva ero così in ritardo che il bus che mi portava al lavoro è partito senza di me.

Esattamente un minuto prima del mio arrivo.

Mi stavo già ripetendo 'Sono la pubblicità della sfiga, Sono la pubblicità della sfiga,  Sono la pubblicità della sfiga...' quando ho visto una mia amica/collega saltare su una macchina e ho iniziato a correre.

Alla fine erano tutti miei amici che andavano al lavoro in macchina e mi hanno portata.

Salvezzaaaaaa.

Giuro che d' ora in poi controllerò sempre su tfl.uk quando la tube è chiusa

Giuro.

Al lavoro è andato tutto regolarmente.

Ormai durante il briefing posso permettermi anche di dormicchiare, tanto le cose da fare sono sempre quelle.

Ormai vedere giocatori di Premiere League o presidenti dei club a un metro da me non mi stupisce più di tanto.

Tornando a casa pensavo di trovarla deserta.

Del resto è sabato, l' unica pirla che non esce sono io.

Invece Rachele e Arianna, le ragazze di stanza 3, erano in casa perchè c'era troppo freddo.

Perchè qui è diverso uscire la sera.

Non è macchina-club-macchina o macchina-pub-macchina.

Magari è walking-tube-bus-tube-walking-daiqualcheinformazioneadegliubriachichesisonopersi-walikng-CLUB.

Finalmente club.

E tutta la stessa storia anche per il ritorno, quando ti immagini solo in compagnia del cuscino e del piumone.

Le mie due simpatiche amiche di Pisa e di Roma hanno fatto un affarone comprando al Portobello Market una chitarra per 40 pounds e ieri sera ci siamo divertite un po'.

Cantare i Pink Floyd, i Guns and Roses e Eddie Vedder è stato un po' come tornare a quella me quindicenne convinta di spaccare il mondo e di cambiare tutto.

Ora sono cresciuta, molti sogni di allora li ho lasciati per strada, altri per certi versi potrei dire che si sono avverati, altri ancora rimarrano sempre parte di me.

E' stato davvero bello parlare con loro e vedere come persone della mia età credono ancora in qualcosa, o almeno ci provano.

Come abbiamo detto ieri sera il sessantotto l' hanno già fatto però non significa che noi siamo autorizzati a vivere come amebe.

Se i grandi non si sono ribellati, lo faremo noi. La storia ci guarda e non vorrei che vomitasse.


Questa settimana ho lavorato due giorni: mercoledì e sabato.
 Mercoledì c'era il sole e mi sono detta 'devo lavorare, che schifo'.
Se c'è il sole anche sabato mi sparo.
Bene oggi è domenica e posso affermare che questa settimana il grigiore di Londra ha lasciato spazio al sole per due soli giorni: mercoledì e sabato.
FML.



Londra con il sole è uno spettacolo e mentre aspettavo i bus ieri mattina ho approfittato per scatare qualche foto.

@Piccadilly circus 

@Waterloo Place 



Going to Trafalgar square


@Trafalgar Square


@Trafalgar Square


@ Trafalgar Square


@ Trafalgar Square

Colleghi @ Reading Stadium


Colleghi @ Reading Stadium


Anna @ Reading Stadium


Otilia @ Reading Stadium


O2 Arena by night @ Canning town


Canary Wharf by night (con gli occhiali) @ Canning Town


Canary Wharf by night (senza occhiali) @ Canning Town


La crepes della mezzanotte con Rachele e Arianna.


Per me è un mistero, abbiamo un'avidità con la quale abbiamo accettato di convivere.
Pensi di dover volere più di quello di cui hai bisogno finchè non hai tutto non sarai libero... 
Società, sei una razza folle, spero che tu non sia sola senza di me 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 


 
 
 









2 commenti:

  1. Complimenti per il blog! Per una come me che sogna da quando aveva 11 anni di andare a Londra, questo diario è una boccata di informazioni e un'anteprima londinese gratis :) Un giorno spero proprio di viverla 'sta metropoli. Complimenti ancora! F.

    RispondiElimina
  2. Grazie! Vedrai che succederà prima o poi se è quello che vuoi ;)

    RispondiElimina