25/01/13

GIORNO 94: Saatchi Gallery

Nell' eventualità che questo possa essere il mio ultimo mese londinese sto cogliendo l' occasione per fare tutto quello per cui amo questa città.

Ieri posso dire di aver (quasi) eliminato un altro punto dalla lista.

E' da quando ci siamo conosciute che io e la Mari ci promettiamo di andare alla Saatchi Gallery.

E ieri che finalmente ci decidiamo ad andare ci presentiamo così in ritardo da non riuscire a vederla tutta perchè ci hanno cacciate fuori prima.

Quando un turista viene a Londra si sente quasi in dovere di visitare i musei 'classici' di questa città.

Il British, la Tate e la Tate Modern, la National Gallery..

Londra in realtà è piena di pinacoteche, mostre temporanee e in generale luoghi all' insegna dell' arte.

Vecchia e nuova.

La Saatchi Gallery è uno di questi posti, sconosciuti al turista medio.

Si trova a due passi dalla stazione di Sloane Square, nel ricco quanto appariscente quartiere di Chelsea.

Non farete fatica a riconoscerla.

Si tratta dell' immensa residenza del duca di York, giusto 6500 metri quadri di edificio.

Senza contare il parco gigante su cui si affaccia.

La galleria è composta da 15 sale, una più stravagante dell' altra.

La Saatchi Gallery non è semplicemente una galleria d’arte contemporanea.

Il suo obiettivo è anche dare spazio agli artisti che non sono ancora stati celebrati dalla critica e ai lavori che non sono esposti nelle mostre più prestigiose.

In altre parole, le opere che sono qui non le troverete alla Tate!

Sarà che sono sempre stata un' amante di tutto ciò che non è popolare, che non è regolare e conforme ai canoni della massa.

A me la Saatchi Gallery è piaciuta moltissimo.

Sono luoghi come questi che mi fanno innamorare di Londra.

Dove non conta come ti chiami o cos' hai fatto in precedenza nella tua vita, ma conta quello che sai fare ora.

E' solo viaggiando che ti rendi conto di quanto fossero limitati i tuoi orizzonti fino a quel momento.

E di quanto lo siano ancora quelli di coloro che hanno preferito la sicurezza, la monotonia, la 'normalità'...

Non si viaggia mai abbastanza come del resto non si finisce mai di imparare.





 Credo di amarvi.


4 commenti:

  1. Questo è in assoluto il mio preferito !!
    Le shoes , da H&M vero ?

    RispondiElimina
  2. si la saatchi è una cosa spettacolare!
    le shoes from primark! ce le ho di tre colori.
    flatform addicted <3

    RispondiElimina
  3. besciamellaaaaaaaa

    RispondiElimina