17/12/12

GIORNO 55: total black

E' come se tutti questi giorni fossi stata drogata, un potente stupefacente che mi facesse vedere tutto il mondo semplicemente come lo volevo io.

Tutto bello, tutto felice.

Oggi ho finito le scorte e sono crollata.

Completamente perduta nel buio dell' astinenza. 

Astinenza da cosa? Non lo so.

La verità è che in questi giorni per la prima volta nella mia vita ho pensato al mio futuro, futuro più lontano di una settimana si intende.

L' anno scorso quando tutti i miei compagni pensavano all' università, cercavano di capire cosa volevano davvero io mi sono sempre chiusa nella mia certezza 'vado a Londra'.

A fare cosa? Per quanto? 

Non lo sapevo come non lo so nemmeno adesso, ma almeno davanti agli altri fingevo di volere qualcosa davvero.

E i primi giorni di Londra, questi due mesi qui, ero così occupata a organizzare tutte le cose che non avevo il tempo di pensarci e stavo bene.

O almeno credevo.

E ora che l' entusiasmo iniziale è passato sono tornata esattamente al punto di partenza.

Avere quel che vuoi è facile, sapere quel che vuoi, questa è la vera sfida.

Io non so cosa voglio, non l' ho mai saputo, ma ho sempre fatto finta di niente.

Ingannare me stessa, ingannando gli altri.

E ora sono qui con mille domande, mille incertezze, mille sogni, novecentonovantanove irrealizzabili.

E quell' uno? 

Non lo so devo provare a credere in qualcosa, anche poco che sia, perchè è l' unico modo per restare su di morale.

Le mie paure le accantono sempre sperando che restino nello stanzino del dimenticatoio il più a lungo possibile, il problema è che quel giorno, quel fottutissimo giorno, in cui apro la porta, le ritrovo tutte.

Magari speravo che con il tempo qualcuna avesse pensato bene di andarsene e invece no.

Così crollo.

Dicono che quando tocchi il fondo puoi solo risalire.

Voglio davvero crederci, anche se faccio fatica.

Oggi quando davanti a Buckingham Palace ho lanciato la monetina credevo di avercelo un desiderio.

E ce l' avevo. 

La verità è che ne ho troppi.

Troppi da perdermici.

Perdersi per ritrovarsi è sempre stata la mia filosofia di vita.

Spero che possa salvarmi anche questa volta perchè davvero non so come possa andare a finire.

Se tra qualche giorno i miei amici mi rivedranno a casa è semplicemente perchè non sono la persona forte che credevo di essere fino a due giorni fa.



Buckingham Palace


St James Park


St James Park 


St James Park


Vorrei essere ricca e lanciare tutti i giorni tantissimi soldi per poter esaudire tantissimi desideri e per un momento credere di sapere davvero quello che voglio.




Grazie ai miei genitori e a Federico per essersi subiti me in una delle notti peggiori della mia vita.

9 commenti:

  1. che cosa e' questa tristezza, non e' da te..tira fuori le palle (NON QUELLE DI NATALE) e stringi i denti. ieri sera non sembravi cosi' giu di morale...a proposito sara' il natale senza il tuo alberino? o e' successo qualcosa altro oltre al problema della casa? stavamo pensando di mandarti un "bonus" per farti stare piu' tranquilla e serena.e in quanto a sapere cosa vuoi fare della tua vita tranquilla che hai altri 50 anni per pensarci..mamma

    RispondiElimina
  2. vai francy!!! non mollare proprio ora!!!! forze e coraggio!!! Vedrai ke ci salterai furoi, le difficoltà della vita sono proprio queste, ma bisogna stringere i denti ed andare avanti altrimenti la luce in fondo al tunnel non la vedrai mai!!! Leggo sempre i tuoi blog, sei troppo forte!! Non mollare!! un bacio dalla francy cingi :):)

    RispondiElimina
  3. Grazie Francy!!! mi riprenderò, non ho alternative :)

    RispondiElimina
  4. anche questo non aiuta mami... passerò il natale con due grinch (l' emma e federico) e non abbiamo nemmeno un mini albero... è un pò una tristezza, ma va bè vorrà dire che per natale andrò a pattinare sul ghiaccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ovvio e comprati un mini albero anche economico se ti tira su di morale stai serena e facci sapere se e quanto ti serve che vediamo...ciao mami

      Elimina
  5. Pelleeeet! ricordati, il vero grinch sono io! :) e comunque conto di non vederti a Reggio per un bel po'! come mi hai detto tu tempo fa "Dicono che al contrario dei pesci che con i loro occhi guardano di lato e delle mosche che guardano dappertutto noi umani possiamo solo guardare avanti" e il tuo avanti è Londra quindi non mollare!:)

    P.S. aspetto ancora la magli di Rooney....ahahaa

    RispondiElimina
  6. ciao!mi chiamo erika, noi non ci conosciamo, ma leggo quasi tutte le sere il tuo blog(ti scrissi anche qualche settimana fa quando avevo appena scoperto il blog)comunque volevo solo dirti forza!! non arrenderti! può capitare di avere una brutta giornata o un brutto periodo ma è proprio questa la sfida sennò sarebbe tutto facile... da quel che leggo non mi sembri una persona arrendevole e tutt'altro che debole per cui recupera la grinta ;)in bocca al lupo per tutto!!

    RispondiElimina
  7. Forza Pelle! La soglia dei due mesi è importante, io in Spagna nonostante il posto meraviglioso, la mancanza delle preoccupazioni di tipo finanziario (e con la mancanza di amici però..), non ero riuscita a resistere due mesi e sono tornata a casa, hai già fatto tanto e il periodo delle feste è sempre il peggiore :( (io ho passato il mio 19esimo praticamente sola come un cane sigh), stringi i denti, con l'anno nuovo sono certa che ritornerà la tua carica :)

    E converti i Grinch del mondo se no Babbo Natale poi muore (tipo le fate di peter pan!)

    RispondiElimina
  8. grazie a tutti voi che mi sostenete, siete davvero splendidi <3

    RispondiElimina