07/12/12

GIORNO 45: busy

Anche ieri sera ero troppo stanca anche solo per scrivere cinque righe di blog.

Ho lavorato solo cinque ore, ma ero comunque distrutta.

Non tanto per il lavoro in sè, ma più che altro perchè qui sono sempre di corsa.

Il più delle volte sono in ritardo e per arrivare puntuale al lavoro devi correre.

Sulle scale della metro, per la strada per non perdere l' autobus, tra la gente, sotto la pioggia, quando attraversi la strada perchè il semaforo è rosso.

Alla fine arrivo sempre in orario, però che fatica!

Ieri, come al solito del resto, al lavoro mi sono divertita.

Abbiamo organizzato un ricevimento per l' uscita di un libro.

Gli ospiti erano carinissimi ed è stato tutto molto semplice.

In più lo chef mi adorava e mi ha fatto assaggiare qualsiasi cosa.

Quando sono arrivata a casa non volevo nemmeno cenare, ma per la seconda sera consecutiva Federico aveva cucinato troppo e ho mangiato gli avanzi.

Del resto cosa c'è di più bello che arrivare a casa stanca morta e trovare già pronto.

Ero convinta che ieri fosse il mio ultimo giorno di lavoro e invece mi hanno chiamato anche oggi.

A quanto pare Miss simpatia dell' O2 Arena il mio manager non l' ha chiamato, oppure l' ha fatto, ma lui se n'è fregato altamente.

Ooooh yes.

Ho ancora i miei due lavori.

E tra l' altro Fede, che pensava mi avessero licenziata, mi aveva trovato anche un lavoro al Burger King.

Direi che per adesso passo, soprattutto perchè in questo periodo pre-natale ci sono un sacco di feste e sono super busy con gli altri lavori.

In poche parole, a Londra hanno abolito la parola noia dal vocabolario.




1 commento:

  1. sono la mami spero che davvero non ti licenzino ma la prossima volta niente video spero

    RispondiElimina