02/12/12

GIORNO 40: Manchester United


Oggi per la seconda volta ho lavorato allo stadio di Reading.

E' stato indubbiamente più facile della prima perchè l' altra volta avevo fatto lo stesso lavoro quindi fondamentalmente sapevo già fare tutto.

Però è stato meno divertente perchè i ragazzi con cui lavoravo erano più seri.

L' altra volta gran balottone e grasse risate.

Questo è il quarto evento in generale che faccio con questa agenzia e ormai qualche faccia inizio a ricordarmela.

Dico qualche faccia perchè sono quasi tutti stranieri e gran parte dei nomi vanno dall' imbronunciabile all' impossibile.

L' altra volta ho lavorato con una thailandese con un nome di tipo dodici lettere, la metà erano i o j.

Ovviamente non me lo ricordo.

Ogni volta era un terno al lotto azzeccare la pronuncia.

Ma stavolta mi sono divertita un po' anche io a umiliare gli altri.

Mi hanno obbligato a parlargli tutto il tempo dell' Italia, ne sono tutti innamorati.

Così per una volta ero io a farmi le risate più grandi a sentirli provare a spiaccicare qualche parola in italiano.

Ciao, bella e buona sera vanno per la maggiore.

Anche perchè il gioco è ancora facile.

Quando poi tentano il jolly e provano a dire bolognese lì c'è da divertirsi: bolonise, bolognase, bologn... e poi si bloccano.

Una cosa è certa: nessuno lo sa dire nel modo giusto, ma tutti vorrebbero mangiare un bel piatto di pasta al sugo.

Nonostante ci abbia messo tipo mezzora perchè non conoscevo un sacco di parole in inglese mi hanno obbligata a spiegare (nei dettagli eh!) la ricetta del ragù.

Poi l' altra perla del giorno è stata: 'Fai il parmigiano in casa?'.

Figuriamoci se sanno cos'è un casello e tanto meno cosa significa stagionatura.

Tra inglesi, polacchi, cechi non so davvero chi sia peggio in cucina.

Tra una chiacchiera e l' altra anche le otto ore di lavoro di oggi sono passate.

Ora me ne aspettano quasi tre per tornare a casa dallo stadio.

Stasera volevo assolutamente uscire ma non so se ce la farò perchè è davvero tardi.

La magia del lavorare il sabato: non puoi uscire né il venerdì né il sabato.

Che fortuna eh.

Vorrà dire che risparmio un po' di soldi, c'è sempre una cosa positiva in tutto dai.

Più che altro spero che l' agenzia la prossima settimana mi dia più giorni di lavoro.

Perchè lavorare di sabato è sfortuna, ma lavorare solo di sabato è voglia di morire.

Mi stavo quasi per dimenticare: la partita di oggi è stata davvero uno spettacolo.

Manchester United 4 – Reading 3.

Sette gol, sette esplosioni.

E' sempre una magia andare allo stadio qui, è sempre una grande festa.

E non capita tutti i giorni di vedere Rooney o Evra.

Nessun commento:

Posta un commento