04/11/12

GIORNO 13: washin'

Finalmente possiamo trovare un perchè alle mie infinite bolle.

Una sola parola: acari.

Nessuna allergia. Nessuna orticaria.

La dottoressa mi aveva chiesto se avessi cambiato le mie abitudini alimentari una volta arrivata qui e in seguito alla mia risposta negativa aveva ironizzato: 'Forse sei allergica a Londra'.

Mia cara dottoressa sono lieta di affermare che qui, nonostante le difficoltà, io sto bene e non ho contratto nessun tipo di allergia a questa città.

Quei piccoli animaletti rossi che giravano nel mio letto se tutto va bene da stasera saranno solo un ricordo.

Stiamo procedendo alla prima parte di disinfestazione: lavare tutto.

Lenzuola, vestiti, teli. Tutto quello che era a contatto con il letto.

E domani quando i negozi saranno aperti compreremo l' acaricida.

Colgo l' occasione per ringraziare mia sorella che mi ha aiutato nelle ricerche degli insetti killer e spero proprio possano essere quelli.

Insomma anche oggi siamo stati messi alla prova, ma ce la siamo cavata alla grande.

Osservare i vestiti girare nella lavatrice mi mette di buon umore, mi rilassa.

Chissà poi perchè.

Letto nuovo, vita nuova. Diciamo così.

Oggi pomeriggio mi ero seriamente abbattuta.

La paura ha la capacità di distorcere le cose che vediamo, ma quello che ci può sembrare un ostacolo può rivelarsi invece un'opportunità.

Il trucco è avere fiducia in se stessi e non mollare.



Numero 23. Lavatrice rotta. Questo numero continuerà a perseguitarmi per il resto della vita.


Andare in lavanderia in pigiama is the way.



Emme e la lettura. 


Incantarsi come due bambine a guardare i vestiti che girano.

2 commenti:

  1. Forza Fra :D Attendo i racconti della celebrazione di Guy Fawkes baby :)

    RispondiElimina
  2. remember remember the fifth of november... non c'è statp gran che .. solo i bambini del quartiere che hanno fatto un pò di fuochi artificiali..

    RispondiElimina